Csamicciola Terme : le Pec inascoltate dell’ex sindaco Conte in cui si avvisavano le autorità preposte ndell’allarme meteo . La procura indagaSara Menafra

I pm hanno avviato un’inchiesta su cosa poteva essere fatto per evitare la strage. Controlleranno anche i server per accertare quando le mail siano arrivate alle autorità competenti

La procura di Napoli ha aperto un’indagine che parte proprio dagli allarmi inascoltati e in particolare da quelli lanciati, tutti via posta elettronica certificata, dall’ex sindaco di Casamicciola, l’ingegnere (e omonimo dell’ex premier) Giuseppe Conte. Mentre la conta delle vittime è arrivata a 4 dispersi e 8 vittime, infatti, i magistrati, competenti sul territorio dell’isola che fronteggia il capoluogo, hanno avviato delle verifiche per capire se il disastro di sabato scorso avrebbe potuto essere evitato con una manutenzione del territorio più efficiente. E se qualcuno si era accorto che un costone del monte Epomeo rischiava di franare giù. Avvertimenti che sostiene di aver lanciato l’ingegner Conte che già ieri ha spiegato di aver agito per senso civico, inviando ben 23 mail a tutte le autorità del caso, sapendo che gli interventi ritenuti necessari già nel 2009 non sono mai stati portati a termine. Le immagini che Open pubblica, se riscontrate dai controlli sui server promessi dai pm, darebbero risposta alle prime domande della procura di Napoli: quando sono stati mandati questi allarmi e a chi.

Le foto della frana a Ischia e dei danni di Casamicciola Terme

“I PROGRESSISTI AL COMUNE DI FORIO”, SABATO 26 novembre LA PRESENTAZIONE DELL’ULTIMO LIBRO DEL PROF. NICOLA LAMONICA N.TV

L’autunno, si sa, è la stagione adatta per gli studi e gli approfondimenti. Dopo il caotico vortice estivo c’ è l’opportunità della riflessione sui tanti argomenti che coinvolgono l’isola d’Ischia e, in particolare, il Comune di Forio.

Uno degli illustri suoi figli, il Prof. Nicola Lamonica, ci propone, proprio in periodo prenatalizio, il suo ultimo lavoro: “I Progressisti al Comune di Forio” un testo di memoria storica che racconta, con dovizia di dati, aneddoti e particolari, un periodo di grande fermento politico e sociale, non solo a Forio, ma esteso anche ad altre realtà isolane e nazionali.

Come afferma il Prof. Lamonica, in questo contesto storico a cavallo tra i due secoli, «si svolge l’azione di una forza politica, quella dei Comunisti Italiani, che per le sue origini e per la sua storia (anche locale) ha coerentemente e costantemente agito nel segno dell’unità nella diversità e sempre in difesa dei valori sociali e culturali del territorio e dei diritti dei più deboli che altri calpestavano».

Il saggio, nonostante l’argomento possa sembrare di parte, non è mai fazioso, anzi, corredato di dati e riferimenti analitici traccia, ben delineato, un periodo non solo amministrativo della res-pubblica, ma si pone anche come ragguaglio storico adatto per futuri studi e ricerche, poiché l’intera analisi del Prof. Lamonica mira essenzialmente a modificare gli assetti politici, economici e sociali, tramite riforme graduali, progressive, ove il punto di partenza è rappresentato dall’illuminismo, dal positivismo, e da una visione razionale in ambito politico, sociale ed economico.

L’Associazione Culturale Radici, con l’obbiettivo di estendere alla popolazione isolana l’opera di un impegnatissimo e attento studioso, invita tutti alla presentazione che avverrà sabato 26 novembre 2022 presso la sala mostre del Museo Civico “Giovanni Maltese” al Torrione di Forio alle ore 17.00. A conversare con l’autore il Prof. Gianni Vuoso, che ha curato la presentazione cartacea edita da Valentino Editore, il Prof. Aldo Pappalepore e il Dottor Renato Regine.

Nicola Lamonica.
«Ecologista, militante comunista nel PCI e successivamente nel Partito della Rifondazione Comunista: cofondatore del periodico “Comunisti Oggi” promosso dal movimento politico di Marco Rizzo e poi impegno nella Segreteria Provinciale di Napoli e della Direzione Regionale del Partito dei Comunisti Italiani con responsabilità direttiva nel campo dei trasporti marittimi; quindi nel movimento dei Comunisti Sinistra Popolare fino al 2012. Segue la partecipazione all’animata discussione a sinistra promossa nel 2015 dal Centro Sociale Je so’ pazzo di Napoli che dà il via alla fondazione di Potere al Popolo a Napoli alla vigilia
delle elezioni politiche del 2018. Animatore di lotte per i diritti e per il sociale nella scuola, nella CGIL scuola, nella CGIL/Camera del Lavoro del Comprensorio flegreo, nella Federconsumatori napoletana…., nella quotidianità! E’ tra i fondatori della Legambiente Campania, dove assume anche il ruolo di Segretario Regionale. e dell’ARCI Campania: ha partecipato ai lavori della Consulta Regionale per la Unificazione Europea e nei primi anni del 2000 aderisce all’ Associazione VAS ( Verdi Ambiente e Società Onlus APS ) di
cui poi è membro del Consiglio Nazionale. É tra i fondatori e animatore dell’Ass. Autmare per la mobilità marittima nel Golfo di Napoli in un processo di liberalizzazione del mercato e degli accosti che conservi alla Caremar pubblica i servizi minimi essenziali: della Rete Campana per la Civiltà del Sole e della Biodiversità che richiama il bel nome di Antonio D’Acunto, dell’Acuii (Associazione per il Comune Unico dell’Isola d’Ischia) e dell’Ass. Cudas Ischia (Comitato unitario per il diritto alla Salute). Tra i sostenitori della Riserva dell’Epomeo, del Parco di Zaro e quello di Pithecusa, tra gli animatori del riconoscimento Unesco del Borgo di Celsa e dell’Aenaria»,

Autore dei seguenti libri:
Diritti Inquinati, trasporti marittimi nel Golfo di Napoli – Ed. La Città del Sole, 2017; Parco Naturale di Zaro, spazio di svago, salute, cultura. Ed. Valentino. 2020.

L’Ocean Vikings e i 3000 migranti da collocare La francia li rifiuta .Il problema da risolvere e’ vecchio come il mondo.Gli africani i più penalizzati da secoli impossibilitati a crescere economicamente nella loro ricca Terra.

Thomas Sankara - Wikipedia, l'enciclopedia libera
La maggior parte dei migranti che chiedono rifugio ai paesi occidentali sono essenzialmente africani.L’Africa ricca di risorse naturali costretta ancora ad essere colonia francese. Tenuta in schiavitu e per le palle dalla Francia criminale. Con la privazione di una loro moneta che vede nel franco sepa CFA) ideato dai francesi per strozzare l’economia e tenere in schiavitù tutti i panafricani. Il primo e doveroso atto da compiere da parte di tutto l’occidente neolibirestista sarebbe quello di aiutare l’Africa non con il pesce ma donandole i suo amo”.Aiuti di ogni genere al popolo africano baciato dall’Universo con risorse primarie del sotto suolo che i deliquenti occidentali sottragono da sempre. Per “amo” intendiamo fare in modo che gli africani si riappropino delle loro ricchezze con una loro moneta che nutra la propria economia. Si sà che la Francia senza l?Africa economicamente morirebbe.Il flusso migratorio africano va combattuto con politiche occidentali tese a dare libertà e dignità al polo da cui discendiamo.Il controllo totale della moneta (CFA) sull’economia africana e fabricato in Francia secondo i fraudolenti usurpatori francesi:” Noi vi garantiamo stabilità di questa moneta sul mercato internazionale. In effetti visto che l’Africa vende in dollari che non vanno nelle banche centrali africane ma in quelle francesi.E l’africa non riescirà in nessun modo a decollare se non si libererà da questa terribile coercizione monetaria.Naturalmente qualsiasi opera da realizzare in Africa lo stabilisce la Francia e detta legge con le sue imprese spregiudicate contro ogni limite.I governi africani sono stati tutti corrotti e seguono i dictat del popolo che con la sua rivoluzione del14 luglio 1789 espresse :”liberta…egalitaè! le stesse parole che implora il popolo africano x le sue sacre terre che vedranno nel 2050 circa 5 miliardi di individui a cui tutte le nazioni neoliberiste e assasine dovranno arrendersi.Uccisi molti laeder indipenti in Africa cercando le proprie rivendicazioni economiche -civili. Sociali. L’ultimo laeder carismatico dell’Africa occidentale Sub-saharaiana, Sankarà Tomas ucciso il 15 -ottobre del 1987 a soloi 37 anni va ricordato pe aver cerrcato di eliminare la povertà dall’area. Presidente dell’Alto Volta ne cambiò il nome in ” Burkina Faso ” che significa ” Terra degli uomini integri”Uccciso dal suo amico e vice presidente . Il sogno di Sankarà e il Suo rifiuto di pagare il debito coloniale francese con l’eliminazione del CFA non é morto con Lui. In italia in tutto il globo sono molti gli attivisti che lottono x la causa africana. Tra questi Mohamed Konaré che crede nel governo della Meloni per il suo afflato con l?Africa prima di essere stata eletta presidente del consiglio Italiano.Questione di filing… o di voti? Potremo anche credere nell’interessamento della Giorgi Meloni non fosse altro per la Sua coerenza in tema di immigrazioni che urla:” Lavoro con dignità a casa loro”. La Meloni segue la linee atlantiste e neoliberiste. Epoco margine decisionale sarà nelle sue mani. Possibilità.Noi intando osiamo dire:” nelle mani dei 5 miliardi degli africani nel 2050 ( sterilizazzione del rettiliano Bil Gattes permettendo)sarà stabilito finalmente il futuro prospero e dignitoso degli africani.di lucia manna

Il potere al popolo sarà possibile Il Reset mondiale sta fallendo:” Il veleno in medicina”.

Il Il tragico momento storico che rientra nel quinto Yuga(periodo-tempo) secondo i Veda -il xxi secolo che deprime la maggioranza delle persone a livello mondilae per il disastro ENRGETICO ED ECONOMICO CON LE DELETRIE CONSEGUENZE PANDEMICHE , va visto e vissuto come il periodo piu’ straordinario e favorevole degli ultimi cinquemila annni  .E’ Il preludio per una nuova aurea epoca.Anche se solo ora si parla e si conoscono con dati non confutabili chi sono le elittes .illuminati e massoni, gli stessi erano presenti dominando e governando il mondo già da cinquemila anni.Solo ora la massa digiuna da documentazioni storiche grazie al fantomatico virus accompagnato dalle restrizioni e dittatura sanitaria é venuta a conoscenza dell’archetipo.Il nascosto si é rivelato attraverso le molteplici divulgazioni libere di pensatori ,storici,filosofi che attraverso canali non asserviti al pensiero unico dominante sono entrati nelle nostre case.Baipassando gli asserviti canali mainstream, le notizie sono state voracemente inghiottite da chi é stato costretto agli arresti domiciliari durante l’emergenza Covid. Le benefiche costrizioni hanno aperto le sopite coscienze e una notevole fetta di persone ora conosce e capisce come combattere .E con quali armi difendersi dalla satanica setta che é puntualmente presente Con il Word Economic Forum nella città svizzera di Davos .Ciò che viene definito il Grande reset, ossia proposta per il ripristino della popolazione dei 7 miliardi di individui é fallito.Il delitto perfetto studiato a tavolino da anni dai massoni  ed elites. illuminati da sataniche visioni del mondo non si concretizzerà grazie agli stessi che vogliono attuarlo poiché gli Umani,unendosi animicamente stanno alzando l’Entropia(equilibrio e consapevolezza che cresce) Al Grande reset si sta contrapponendo l’ENTROPIA.Il Covid con il bavaglio permanente era l’ultimo atto di scena per il “Delitto perfetto”,invece é stato propedeutico alla studio della disciplina dei cittadini ingannati da secoli per riappropriarsi del mal-tolto.E di tutti i suoi diritti civili calpestati per cinquemila anni dai vampiri rettiliani .L’ultimo Yuga profetico nella Baga Vagita si sta rivelando veritiero .Le menti perverse della diabolica Agenda che contava certezza di possedere Anime-Corpo-Mente e Spirito degli umani della Terra perderanno la loro ultima possibilità di resettare .La pandemia, la guerra Ucraina -Russa anche se nel momento storico é, e rimarrà la visione politica più abominevole della storia volute ambedue dall’inganno del dollaro, con il tempo verrà vista come dicono gli orientali :” Il veleno trasformato in medicina”.E’ finito il tempo di demandare ai politici il governo della Res pubblica.Il parlamento in mano ai cittadini.Solo con la Democrazia partecipativa e quindi lottando e partendo dal basso vinceremo. E sconfiggeremo i Demoni del sesto cielo.Il Popolo Sovrano comanderà in futuro. E solo allora possiamo dire:”Evviva!… siamo in DEMOCRAZIA”. I tempi sono lunghi…ma il processo é iniziato”Se non possedete nulla…sarete felici”ha affermato il rettiliano Klaus Schwab volendo con l’asserto invogliare gli umani del globo intero ad accettare il reset mondiale.Nel frattempo Budda chiede a Schwab i danni per coopyrigth.lucia manna54 foto e immagini di John D. Rockefeller Iii - Getty Images

Gigi Lista laeder carismatico del movimento pulsante :”Attivisti isolani” suggerisce un nuovo e sano soggetto politico per l’Europa

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Mentre gli editori seri sono impegnati a capire se La Russa salverà il quadro di Mussolini o chi ha torto tra Totti e Blasi, la speculazione energetica continua,il caro bolletta, l’invio delle armi, le sanzioni che ci auto infliggiamo, gli aumenti.

Credo sia arrivato il momento di esprimere una componente umana che ha le idee chiare, che vada al centro del problema, abbiamo bisogno di dire con forza che la via americana a cui hanno obbedito gli stati europei è fallimentare, per fermare la guerra e gli aumenti bisogna adottare iniziative diplomatiche, l’Europa deve pensare ad essere un soggetto espressione dei suoi popoli e non come ora che è la manifestazione burocratica degli americani e della grande finanza che tramite Bruxelles impongono azioni assurde e dannose per tutti noi, abbiamo bisogno di salvare gli Ucraini, abbiamo bisogno di riallacciare i rapporti con Mosca, abbiamo bisogno di un’idea di Europa dei popoli, fatta da baschi, siciliani, napoletani, sardi, veneti, vandeani, bavaresi, catalani, corsi e così via.

Europa che risponda al proprio univo sovrano, il popolo, in questo caso i popoli che lo compongono, questa è la più grande occasione per sganciarci dalla dipendenza americana e delle oligarchie sioniste, bisogna comprendere la situazione generale ed agire in modo locale, unire le persone sane, creare reti fittissime e cercare convergenze laddove invece a farla da padrone sono stati solo incomprensioni e personalismi. Uniti si vince! gigi lista

“Modellismo che passione” Bando di partecipazione riservato al modellismo navale.Museo Civico del Torrione-Forio d’Ischia dal’8 dicembre 2022 al 7 gennaio 2023

Potrebbe essere un'immagine raffigurante monumento e il seguente testo "GLI EVENTI DEL TORRIONE "Modellismo che passione" Bando pubblico di adesione. L Associazione Culturale Radici indice un bando di partecipazione per una mostra di modellismo navale presso il Museo Civico del Torrione "Giovanni Maltese" dal 8 dicembre 2022 al 7 gennaio 2023. Per informazioni visita la pagina https://www iltorrioneforio.it/i/eve modellismo-che-passione; scrivi info@iltorrioneforio.it ociazione Culturale RADICI Museo 43348- 3392183 Torrione NuvolaTV 80075 diForio 1Dispari"

 

L’Associazione Culturale Radici, ottemperando ad un progetto ideato insieme al compianto Presidente
Giuseppe Magaldi, propone al pubblico una mostra di modelli navali realizzati artigianalmente.
I modelli da esporre presso la sala mostre del Museo Civico del Torrione “Giovanni Maltese”, da giovedì
8 dicembre a domenica 8 gennaio 2023, dovranno avere i seguenti requisiti: lunghezza massima cm 120
e devono essere completi di base / piedistallo d’appoggio. I modellisti, se interessati, possono contattare
l’associazione Radici inviando una richiesta di candidatura, via mail, all’indirizzo info@iltorrioneforio.it
contenente i propri dati, curriculum artistico e foto del modello e della base da esporre.
É ammessa una sola opera per ciascun autore.
L’associazione, pur garantendo la custodia delle opere durante il periodo espositivo, non è responsabile
per eventuali danni, furti o manomissioni che dovessero verificarsi.
Poiché si prevede un folto numero di partecipanti è opportuno inviare la richiesta al più presto e
comunque non oltre sabato 19 novembre 2022. Se, tuttavia, dovessero arrivare poche richieste entro tale
data, il progetto passerà in quiescenza per essere ripreso in futuro.
I lavori dovranno essere consegnati presso il Torrione mercoledì 5 dicembre 2022 dalle 10.00 alle 12.30
e dalle 17.00 alle 19.00 e ritirati lunedì 09 gennaio 2023 sempre in tale orario. Giovedì 8 dicembre 2022,
alle ore 18.00, ci sarà la cerimonia di inaugurazione con l’introduzione di un esperto di storia del
modellismo.
La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.30, presieduta da almeno uno dei partecipanti (a
rotazione).
Sarà diffuso un opuscolo esplicativo delle opere e contenente informazioni sulle tecniche e i materiali
usati.
A tutti partecipanti sarà consegnato un attestato di merito e partecipazione.
Con l’auspicio di poter soddisfare i tantissimi appassionati di questo hobby e mostrare al pubblico una
branca dell’arte e delle molteplici applicazioni del tempo libero, l’Associazione Culturale Radici invita
gli eventuali espositori a contattarci anche con messaggio whatsapp al n 3333921839 oppure dalla la
pagina facebook Museo Civico del Torrione Giovanni Maltese,
Notizie e foto alla pagina https://www.iltorrioneforio.it/it/eventi/modellismo-che-passione
Luigi Castaldi

ALESSIA MOIO È ” ‘A SIRENA ” DI Di GIACOMO-VALENTE di Ciro Ridolfini Rivive nell’ interpretazione di Alessia Moio

Alessia Moio

 quel capolavoro scritto da S. Di Giacomo e musicato da V. Valente e cioè “A sirena”. Sappiamo che la cantante mandolinista è una vera e propria pescatrice di “perle rare” della Canzone di Napoli. Inconfondibile, insuperata cantante, Alessia Moio ” è ” ‘A Sirena”, o meglio è l’ umanizzazione di ” ‘A sirena”. Con quest’ ultimo studio la Moio ci convince sempre più di essere la vera “Ambasciatrice della Canzone di Napoli”. L’ artista annovera a suo attivo capolavori come ” Mandulinata a Napule”, “Core signore, “Torna maggio”, e tanti tanti altri oramai da raggiungere una pregevole antologia della Canzone di Napoli. Vada il mio convinto apprezzamento per questa giovine Alessia Moio che ha
saputo e sa vibrare per un dettato lirico senza fine : ” Napule”.
Per quanto riguarda i suoni e le armonie del brano ‘ A Sirena Il Maestro Giancarlo Vorzitelli, musicista colto ha arrangiato il brano con maestria. Talento di grande spessore artistico, Il Vorzitelli rispecchia l’arte dell”alto studio concertistico e attraverso il brano ‘A Sirena volteggia tra armonie e fraseggi degni di altissima musica Valentiana. Questo straordinario recupero è sicuramente degno a rappresentare un periodo storico musicale ancora oggi vivo.
D’ altra parte Di Giacomo scrisse :” Ma, quando si parla di arte e di gioventù, io non so non amare i giovani che danno del loro cuore e della lor mente, coloro che hanno per innamorata l’ Arte e per grammatica una serenata !…” Ciro Ridolfini
1
Commenti: 1
Condivisioni: 14
Mi piace

Commenta
Condividi
ALESSIA MOIO È ” ‘A SIRENA ” DI Di GIACOMO-VALENTE di Ciro Ridolfini Rivive nell’ interpretazione di Alessia Moio quel capolavoro scritto da S. Di Giacomo e musicato da V. Valente e cioè “A sirena”. Sappiamo che la cantante mandolinista è una vera e propria pescatrice di “perle rare” della Canzone di Napoli. Inconfondibile, insuperata cantante, Alessia Moio ” è ” ‘A Sirena”, o meglio è l’ umanizzazione di ” ‘A sirena”. Con quest’ ultimo studio la Moio ci convince sempre più di essere la vera “Ambasciatrice della Canzone di Napoli”. L’ artista annovera a suo attivo capolavori come ” Mandulinata a Napule”, “Core signore, “Torna maggio”, e tanti tanti altri oramai da raggiungere una pregevole antologia della Canzone di Napoli. Vada il mio convinto apprezzamento per questa giovine Alessia Moio che ha
saputo e sa vibrare per un dettato lirico senza fine : ” Napule”.
Per quanto riguarda i suoni e le armonie del brano ‘ A Sirena Il Maestro Giancarlo Vorzitelli, musicista colto ha arrangiato il brano con maestria. Talento di grande spessore artistico, Il Vorzitelli rispecchia l’arte dell”alto studio concertistico e attraverso il brano ‘A Sirena volteggia tra armonie e fraseggi degni di altissima musica Valentiana. Questo straordinario recupero è sicuramente degno a rappresentare un periodo storico musicale ancora oggi vivo.
D’ altra parte Di Giacomo scrisse :” Ma, quando si parla di arte e di gioventù, io non so non amare i giovani che danno del loro cuore e della lor mente, coloro che hanno per innamorata l’ Arte e per grammatica una serenata !…” Ciro Ridolfini
1
Commenti: 1
Condivisioni: 14
Mi piace

Commenta
Condividi

Elezioni politiche in Italia del 2022.E i falsi profeti.Sconfingerli non andando a votare.Escono da una porta per poi rientrarne da una finestra

❤️ 🇮🇹️ ❤️ CUORE ITALIANO. Cartolina con Immagine ...
Tutti coloro che fino ad oggi si dichiaravano paladini dell’ antisistema hanno calato la maschera.E’ così lampante per chi segue attentamente che le loro strategie per la spasodica corsa in parlamento equivale al vangelo ” dei falsi profeti” I pochi attenti osservatori in coerenza alle loro battaglie condotte contro l’ antisistema, ,in ultima analisi consigliano di non aderire al consenso informatico ( raccolte firme) E di non andare a votare. E in massa .Gli stessi hanno implorato fino all’ultimo momento che tutte le sane forze antisistema in campo si unissero per far barricate contro i venduti del vecchio parlamento.Quali sono i motivi che non si sono uniti? Ai lettori la risposta.Per Noi hanno tradito il popolo che chiede l’unità. Il popolo disperato che urla pulizia degli scanni colmi di pulci. E scarafaggi.Persino i blog e le false tv libere come Byobluù non raccontano ad esempio il crollo di Ialiaexit in Sicilia E altri canali a cui dedicavamo tempo tipo: Radio.radio-Vaso di pandora eeccc…. Il partito che fa capo a Paragone che rompe l’alleanza con “Alternativa” di Conte.Un Conte di tutto rispetto che si riitrova in due governi: Conte1.E Conte 2.Un primo ministro, il quinto non eletto. Tirato fuori da un cilindro per un governo tecnico .Uno sconosciuto politicamente parlando,e di standing europeo messo sul trono d’Italia per il suo visino rassicurante Un abusivo premier come i suoi predecessori premiati e puniti dall?Elit mondiale per il grande Reset in atto? Gente manovrabile che non hanno rappresentato il popolo sovrano e che nonostante ciò sono ancora in circolazione .Un titolato Conte senza mai aver fatto carriera politica doveva essere propeteutico al divino rettiliano Draghi.Il Conte due non riesce a fare il tris ma senza esitazione passa nel movimento degli stellati. Stellati che come si è visto con prove provate hanno aperto in parlamento come si fà con “una scatoletta di tonno”.E senza colpo ferire appoggiando Draghi . E dragoni illuminati.Escono dalla porta e rientrono dalla finestra come Paragone che fuoriuscito dal movimento % Stelle fonda Italexit conducendo battaglie per salvare l’Italia.Lo stesso Paragone per la campagna elettorale della nazioneItalia del 20222 ha “L’Alternativa” cercando di entrare per la finestra con Giuseppe Conte?.L’accordo é durato solo due giorni. Paragone e la sua Italexit per facilitare lo sbarramento del tre x cento era stato nientidimeno costretto ad un afflato con il Conte che durante il suo governo ha avallato tutte la poliche liberticide imposte agli italiani? Ebbne la patria vuole sacrifici!!!…Il passo indietro di Paragone servirà alla riflessione che forse tra i falsi profeti rientri anche lui? Non ne rimane convinto il giornalista d’inchiesta Francesco Amodeo che sta sudando sette camice per la raccolta firme persino sulle spiaGGE. AMODEO, CANDIDATO con italiaexit crede vivamente che un giorno le Sue inchieste saranno liberamente discusse in parlamento.E quindi senza censura attuata fin ad oggi dai canali maestrem.Che dire dell’accoppiata data vincente del centro destra? La Meloni che non ha ancora risolto i problemi con il padre della fu’ sinistra. Il papà fedigrafo, non perdonato ancora dalla figlia ha provocato aggresività nella Giorgia che non di certo sarebbe stata destoide ma più incline alla sinistra che fù. Salutare e ben augurante la Meloni per l’Italia? Fratelli d’Italia, lItalia si é desta. F:I. con la sua falsa opposizioneal governo dell’illuminato banchiere con il suo fermo e decisivo Atlantismo con garanzie della Nato la nostra grande panacea.La Meloni sarebbe la migliore tra le peggiori?.Il teatro é aperto! Niente cambierà se non gli attori in campo. Falsi profeti! Tutti proni al sistema che corre a velocità con un digitale e tra quì a poco toglierà lavoro e case agli italiani dormienti.Il transumanesimo é al primo attto.In scena si gira! di lucia mannna❤️ 🇮🇹️ ❤️ CUORE ITALIANO. Cartolina con Immagine ...

Intervista a Marcellla Foranno: mezzosoprano-attrice-cantante yazz

INTERVISTA A MARCELLA FORANNA: mezzosoprano, cantante jazz e attrice

– Come giustifichi, in seno alla tua arte, la coesistenza tra più generi musicali?

Parecchi anni fa, era più difficile connettere diversi generi musicali. In seguito, ho compreso che è una grande ricchezza. La parte interpretativa, per chi canta o recita, ha a che fare con un testo vero e proprio, come un “filo” che attraversa i vari generi: la parte profonda dell’anima. Ho cantato (come personaggio di “Calpurnia”) al “Giulio Cesare” di Shakespeare, per Giorgio Albertazzi, il quale diceva che, prima di entrare in scena, “dimenticava tutto”, come in fase di trance. Io stessa ho sperimentato qualcosa di simile: ha importanza il fatto di entrare in una sorta di “altra dimensione”, una parte di me che fa sì che io reinterpreti e reinventi il brano in questione, in base allo stato d’animo, mio e del pubblico. Ci sono momenti magici, in cui accade qualcosa di mai espresso in precedenza. Naturalmente, in ogni genere musicale, vi sono delle difficoltà.

Nella classica, vi è il teatro, con uno studio interpretativo ed introspettivo: occorre la preparazione a livello tecnico-vocale. Una volta fatto ciò, serve dimenticare, lasciando uscire una parte di sé: siamo un “tramite” tra la musica scritta e il personaggio che si impersonifica. Credo che, quando si è in scena, esca ciò che si è, e quanto si è preso dal vivere, insieme alla nostra vita. Ci vuole una certa libertà di esprimersi. Noi esecutori abbiamo il compito di “svuotarci” del nostro io, come se fosse un percorso “estatico” che presuppone una crescita interiore.

Un altro esempio può essere dato dalla musica brasiliana (gli standard jazz, i cantautori): è come interpretare una poesia. Quando si superano i limiti tecnici, il modo dell’espressività e di vivere un brano, è molto simile.

Nell’opera lirica, invece, dal punto di vista tecnico e fonico, ciò è più complesso. Il fatto di creare una sorta di “magia” accomuna tutti questi stili musicali: occorre “calarsi” nel proprio personaggio, a prescindere dal genere in questione. L’aspetto interpretativo è profondo: si vede la situazione e si entra in quella dimensione emotiva e spirituale adatta a quel momento.

– Com’è giunta l’idea di diventare insegnante di canto, alla luce delle tue esperienze?

Sono “cresciuta” insieme alla musica, nella mia vita: più che “insegnare”, è “trasmettere” degli insegnamenti. Ma ci deve essere altro. Nel percorso della mia esistenza, il mondo dell’arte e della musica mi ha salvato. È uno strumento anche per aiutare le altre persone. Il mio metodo si chiama “Cantharmony”: se insegno ad una persona che non ha mai cantato, ma che è molto motivata, si sbloccano le rigidità della stessa, dal punto di vista emotivo. Spesso, il “chakra” della gola, durante la fase di crescita (dall’infanzia all’adolescenza) rischia di bloccarsi, come “non detto” o “non comunicato”. Si tratta di un aspetto psicofonico che comporta l’insorgere di questi blocchi: io lavoro per eliminare esattamente quest’aspetto, come tecnica (anche olistica) di crescita tecnicovocale e posturale. Nei primi anni di Conservatorio, mi hanno proposto un corso (precedentemente) dal titolo “Portamento, dizione e canto a scopo psicoterapeutico” con dei ragazzi di 3° media, adottando anche tecniche di “training autogeno”. Ho accettato, provando su di me stessa molti degli insegnamenti: non vi è un “giusto” o uno “sbagliato”, ma la liberazione della propria voce. Il beneficio che ne deriva ha delle ripercussioni positive sulla vita: il soggetto riesce ad affermare se stesso, liberando i blocchi emotivi.

Ad ogni modo, ancora oggi, sono grata alla vita per aver frequentato il Conservatorio “Alfredo Casella” dell’Aquila, imparando il canto lirico: si tratta di un grande bagaglio. Il tutto, contemporaneamente al mio lavoro: nei miei anni di formazione, ero nell’amministrazione di una “casa di cura” privata, convenzionata con le “ASL”. In seguito, il mio intento era concludere gli studi. Per laurearmi, mi sono licenziata e, dopo il diploma, continuavo a cantare. Mi sono dedicata solo allo studio classico, per poi vincere il “Lirico sperimentale” di Spoleto (concorso europeo), che è stata una grande esperienza. Ho debuttato nei panni di “Carmen” nella “Tragédie de Carmen”, rivisitata da Peter Brook e Marius Constant, che hanno trattato l’opera teatrale di Bizet, rifacendosi al libretto e alla novella di Prospère Merimé. Quest’ultimo ha vissuto la sua storia in prima persona, conoscendo la giovane Carmen; ha scritto questa novella (la protagonista è, dunque, realmente vissuta).

– Cosa rappresenta, per te, il canto jazz?

Il canto “jazz”, per me, rappresenta la libertà. Ogni volta in cui lo si pratica, in base all’ambiente esterno, “scatta” qualcosa -come nell’improvvisazione, del resto-. Deve essere libero: dopo aver studiato la parte armonica, lo si può modificare a piacimento. In un certo senso, è come se facesse “volare”. Occorre studiare, imparare e, paradossalmente, “dimenticare”. Un giorno, mi stavo esibendo con “Summertime” insieme a Riccardo Biseo (pianista). Come per magia, insieme, abbiamo creato una situazione, a livello musicale, irripetibile: Biseo ha iniziato il suo “viaggio” nell’eseguire questo brano, io ho compreso di poterlo “seguire”, e questo ha conferito unicità a tale momento. Purtroppo, non esiste un’incisione discografica di tale “momento musicale”.

– Hai dei programmi per i prossimi mesi?
Concerti e/o spettacoli?

A settembre, un concerto lirico (duetti e arie d’opera). Insieme al pianista classico Davide Clementi, stiamo impostando un repertorio di musica da camera (prevalentemente, De Falla), con un repertorio variegato. Ho avuto un grande gruppo di tango (soprattutto, musica di Piazzolla arrangiata in jazz) con debutto lo scorso aprile. Ci sono voluti anni per ricostituirlo, in seguito alla morte di Claudio Catalli, un grande fisarmonicista, parte del nostro gruppo, “Jazz and Tango Reunion”. Ho inventato il Concerto “Vuelvo Al Sur”, “Ritorno al Sud” vissuto come “Sud del mondo”: quest’ultimo è per me fondamentale, in quanto sono siciliana. In tale concerto, abbiamo unito brani siciliani, argentini e sudamericani, per rimarcare il colore, il calore e il sapore del Sud.

Sulla base di questo grande successo, vorrei ideare ulteriori concerti che riproducano la stessa atmosfera.Stefano Chiesa al “Giornale letterario

Nasce Partito in pectore:” Italia Sovrana”

Il partito di Italia Sono Antonios Antoniadis avvocato. Cerco suggerimenti proposte e critiche costruttive.Mi potete scrivere su antoniadislex@gmail.com. Dobbiamo fare quello che non ha voluto fare Beppe Grillo, Alexis Tsipras e Pablo Inglesias. Italia Sovrana è un partito che ha come scopo il miglioramento materiale e spirituale dei cittadini..
Per far cio’ serve una equa distribuzione della ricchezza. Giusto che un medico che ha dovuto studiare anche 12 anni guadagna piu’ di un operaio.
Ma nessuno deve dormire per strada o non avere da mangiare.
Prendiamo esempio dai paesi Scandinavi. In questi paesi esiste una tassazione elevata anche del 65 per cento ma tutti tengono cibo, casa e il dentista gratis anche per mettere ponti e impianti.
Diciamo una regola di 3.000 a persona, bimbi compresi ed un massimo di 15.000 per i ricchi?  Espropriamo ricchezze superiori. Non serve a niente mangiare con cucchiai di oro o avere un orologio Rolex. Un digitale di plastica e piú preciso.
Nella societá attuale Italiana siamo in una fase di neoliberismo. Il commercio e’ libero e le imprese vanno a produrre dove conviene. Cosi troviamo da qualche negozio cinese jeans ance a meno di 10 euro.
Lo stato per pagare Glii statali mette in asta buoni del tesoro che vengono comprati dalle banche. Cosi siamo vittime degli  alti tassi di interesse e dello spred. Italia Sovrana vuole azzerare il debito estero e nazionalizzare senza indeninzzo le banche.
Queste cose non sono permesse dal diritto Europeo che prevale sul diritto Italiano. Cosi dobbiamo uscire senza  alcun preavviso dalla unione europea. Questo significa  tornare  alla lira il prezzo della quale verrá fissato a 1 euro. Cosi una importazione di 1.000 Euro verrá pagata 1.000 lire nuove.
La prima cosa che fará il nostro partito una volta al potere permetterà di possedere  casa per i barboni e senza tetto. Li possiamo mettere a proprietá di ricche confraternite vaticane o proprietá di multinazionali. Se non bastano in alberghi tassando i ricchi.
Altre cose di buon senso da fare : Polizia, carabinieri e finanza vengono unificatiti nel corpo di polizia nazionale italiana e la finanza resta come divisione crimine economico. La polizia sará una forza civile e demilitalizzata. Il suo capo un laureato in Giurisprudenza. I membri della polizia possono avere sindacati. E il pagamento degli straordinari obbligatorio per legge. Ordini non scritti possono essere disubbiditi. Per ordini incostituzionale il poliziotto deve contattare il giudice per i diritti del cittadino che verrá istituito. I poliziotti devono essere identificati con numeri e controllati da telecamere. Il dissenso puo’ essere manifestato in piazza anche con fischi e ingiurie perché i reati verbali vengono aboliti. I violenti vanno arrestati e vengono immediatamente arrestati e portati in procura. Il procuratore esamina i filmati e ordina eventuali arresti.
Lotta alla criminalitá.
Serve buon senso. Nel primo furto viene contemplata la sospensione condizionale della pena. Nel secondo furto i vari benefici come semilibertá o libertá sulla parola. Al terzo furto il ladro sconterà 3 anni di galera senza sconti. Al 4 furto è considerato con presunzione assoluta ladro professionale. E resta 6 anni in carcere. Niente uscite per lavorare o permessi vari. In tal modo il furto con destrezza sui bus non sará piu un affare reddittizio.
Cambio di metodo di produzione.
Siamo contro la produzione di merci. La merce è qualsiasi cosa vendibile. Il prodotto cosa effettivamente utile. Allora si alle premute di frutta e non a coca cola e bibite gassate. I prodotti verranno fatti per durare. Con norme italiane di produzione verrà vietata per fare un esempio la costruzione di lavatrici con parti in plastica. I prodotti verranno fatti per durare come i vecchi frigoriferi Kelvinator e le cucine A.E.G.
Valorizzazione delle ecellenze.
Il dipartimento per la difesa della sovranitá e sicurezza dello Stato viene affidato a l ex colonello Umberto Rapetto affiancato da Edward Snowden e Julian Assange ai quali offriamo la cittadinanza Italiana e nominiamo Senatori a vita. Se gli Stati Uniti rifiutano di consegnarlo chiudiamo le basi di Aviano e Sigonella. E magari anche le relazioni diplomatiche con gli U.S.A.di Antonios AntoniadisNessuna descrizione della foto disponibile.Il partito di Italia Sono Antonios Antoniadis avvocato. Cerco suggerimenti proposte e critiche costruttive.Mi potete scrivere su antoniadislex@gmail.com. Dobbiamo fare quello che non ha voluto fare Beppe Grillo, Alexis Tsipras e Pablo Inglesias. Italia Sovrana è un partito che ha come scopo il miglioramento materiale e spirituale dei cittadini..
Per far cio’ serve una equa distribuzione della ricchezza. Giusto che un medico che ha dovuto studiare anche 12 anni guadagna piu’ di un operaio.
Ma nessuno deve dormire per strada o non avere da mangiare.
Prendiamo esempio dai paesi Scandinavi. In questi paesi esiste una tassazione elevata anche del 65 per cento ma tutti tengono cibo, casa e il dentista gratis anche per mettere ponti e impianti.
Diciamo una regola di 3.000 a persona, bimbi compresi ed un massimo di 15.000 per i ricchi?  Espropriamo ricchezze superiori. Non serve a niente mangiare con cucchiai di oro o avere un orologio Rolex. Un digitale di plastica e piú preciso.
Nella societá attuale Italiana siamo in una fase di neoliberismo. Il commercio e’ libero e le imprese vanno a produrre dove conviene. Cosi troviamo da qualche negozio cinese jeans ance a meno di 10 euro.
Lo stato per pagare Glii statali mette in asta buoni del tesoro che vengono comprati dalle banche. Cosi siamo vittime degli  alti tassi di interesse e dello spred. Italia Sovrana vuole azzerare il debito estero e nazionalizzare senza indeninzzo le banche.
Queste cose non sono permesse dal diritto Europeo che prevale sul diritto Italiano. Cosi dobbiamo uscire senza  alcun preavviso dalla unione europea. Questo significa  tornare  alla lira il prezzo della quale verrá fissato a 1 euro. Cosi una importazione di 1.000 Euro verrá pagata 1.000 lire nuove.
La prima cosa che fará il nostro partito una volta al potere permetterà di possedere  casa per i barboni e senza tetto. Li possiamo mettere a proprietá di ricche confraternite vaticane o proprietá di multinazionali. Se non bastano in alberghi tassando i ricchi.
Altre cose di buon senso da fare : Polizia, carabinieri e finanza vengono unificatiti nel corpo di polizia nazionale italiana e la finanza resta come divisione crimine economico. La polizia sará una forza civile e demilitalizzata. Il suo capo un laureato in Giurisprudenza. I membri della polizia possono avere sindacati. E il pagamento degli straordinari obbligatorio per legge. Ordini non scritti possono essere disubbiditi. Per ordini incostituzionale il poliziotto deve contattare il giudice per i diritti del cittadino che verrá istituito. I poliziotti devono essere identificati con numeri e controllati da telecamere. Il dissenso puo’ essere manifestato in piazza anche con fischi e ingiurie perché i reati verbali vengono aboliti. I violenti vanno arrestati e vengono immediatamente arrestati e portati in procura. Il procuratore esamina i filmati e ordina eventuali arresti.
Lotta alla criminalitá.
Serve buon senso. Nel primo furto viene contemplata la sospensione condizionale della pena. Nel secondo furto i vari benefici come semilibertá o libertá sulla parola. Al terzo furto il ladro sconterà 3 anni di galera senza sconti. Al 4 furto è considerato con presunzione assoluta ladro professionale. E resta 6 anni in carcere. Niente uscite per lavorare o permessi vari. In tal modo il furto con destrezza sui bus non sará piu un affare reddittizio.
Cambio di metodo di produzione.
Siamo contro la produzione di merci. La merce è qualsiasi cosa vendibile. Il prodotto cosa effettivamente utile. Allora si alle premute di frutta e non a coca cola e bibite gassate. I prodotti verranno fatti per durare. Con norme italiane di produzione verrà vietata per fare un esempio la costruzione di lavatrici con parti in plastica. I prodotti verranno fatti per durare come i vecchi frigoriferi Kelvinator e le cucine A.E.G.
Valorizzazione delle ecellenze.
Il dipartimento per la difesa della sovranitá e sicurezza dello Stato viene affidato a l ex colonello Umberto Rapetto affiancato da Edward Snowden e Julian Assange ai quali offriamo la cittadinanza Italiana e nominiamo Senatori a vita. Se gli Stati Uniti rifiutano di consegnarlo chiudiamo le basi di Aviano e Sigonella. E magari anche le relazioni diplomatiche con gli U.S.A.di Antonios Antoniadis

 

 

Considerazioni: Antonios Antoniadis avvocato. di origine greca. Sposato con una ischitana ed un unico  figlio maschio ha creduto nel partito di Alexis Tsipras coinvogliando in esso tutte le Sue energie.Deluso dal tradimento del partito greco Tsipras e assistendo al fallimento della sua amata terra greca,ha ora più che mai come Suo intendo riscattare soprusi e mal governi con il suo nascente partito di”Italia Sovrana”. Conoscitore della geopolitica e militante in diversi movimenti politici sia in Grecia che in Italia, riuscirà a mantenere saldo il Suo impegno politico? Impegno che a tutt’oggi sembra utopico data la stragrande maggioranza di partiti corrotti. E ideologicamente ondivaghi.Con l’aggravante dell’ingerenza americana sul territorio Italia.l.m..