Salvini e la sua istigazione alla violenza cavalcando la tigre del momento

 

Lucia Manna ·

Denuncerei salvini x” incitazione e istigazione alla violenza” in uno dei filmati un leghista ventitreenne aveva qualcosa come 5-6 forme di armi: dal fucile al coltello -alla pistola ecc.eec x una eventuale intromisione nella sua abitazione.di un ladro. Il leghista grignava con sorriso satico e pronto ad uccidere anche un fantasma.Sconvolgente! Salvini e tutta la Sua lega ladrona quando si è rubato al Nord quale arma ha usato? Ora vuole anche agire con armi contro giornalisti e fotografi se abbiamo ben capito. Che si dia da fare con i suoi complici governativi ad aumentare la pena x i furti fatti da gente che ruba x fame.” dai 20 ai 30 anni che farebbero pensare senza lo sconto) Che si dia da fare x farli accogliere dignitosamente .Oppure umanamente. Termine questo lontano alla sua visione xenofoba e destroita.Cavalca la tigre del momento.La gente è terrorizzata e lui li tranquillizza con pistole e fucili da tenere come leggittima difesa o come leggittima aggressione verso chi forse vuole solo un pollo? Gli diamo un pollo o una scoppettata? Che si vada alla causa del problema. Che si bandiscono le armi sfacciatamente vendute da fabbriche italiane in paesi ostili.Salvini lavori sui ladri di governo con cui faresti una sincera alleanza pur di avere potere

Il bluff di Bassolino del 95.Piano territoriale di coordinamento generale.Vita e morte solo annunciata della Metropoli campana

Napoli e Provincia: una metropoli distrutta e asservita

Leggo sempre con molta attenzione ed entusiasmo Giuseppe Mazzella. Il mio caro amico giornalista tocca da sempre con tatto e disciplina le tematiche territoriali. Giuseppe con un excursus storico stavolta sfiora la metropoli nostrana. E la definisce” Fantasma” Fra i suoi passaggi fondamentale mi vorrei soffermare sulle disposizioni generali del PTCP ( piano territoriale di coordinamento generale). L’argomento mi affascina essendo stata moglie e madre di tre architetti. “Il tentativo” di Antonio Bassolino e company del 1995 per disciplinare il PTCP a cui accenna Giuseppe fu un vero proprio bluff. Il motivo è molto chiaro: lasciare nel disordine il territorio affinché si potesse controllare- asservire e acquisire sempre più  clientela elettorale. Fù un delitto perfetto! Nessun colpevole….tutti colpevoli! La città fantasma di Mazzella non è altro che una città distrutta. Vilipesa. Abbandonata a se stessa. Le disposizioni generali del PTCP tendevano a incorporare ruoli-obbiettivi ed efficacia del piano urbanistico. Nelle disposizioni che ho finito di leggere da poco si legge: atto di programmazione generale-principi di responsabilità della cooperazione e della sussidiarietà nei rapporti con lo Stato, la regione e Enti locali. E nella concertazione con le forze economiche e sociali.” Ma vi sembra possibile che il governatore Antonio Bassolino e corte dei miracoli provinciale poteva stare al potere tanto tempo contribuendo al fallimento ischitano e campano con queste chiare e precise norme.? Fra le tante valenze leggiamo che nel PCTP si contemplano “l’assegnazione dei PIANI URBANISTICI”. E valorizzazione del PAESAGGIO. Mussolini fra le tante cazzate pronunciate disse una cosa saggia:” ordine e progresso” Nel disordine si controllo ill territorio. Con e nel caos  aumenta l’asservimento. Solo così si possono tenere a bada i clienti elettori. Gestirli. Manovrarli. Mantenerli e mantenersi in vita facendo arricchire gli uomini in giacca e cravatta e facendo fallire isole. E città metropolitane. di lucia manna

 

 

Il tributo della morte

Benedetto Valentino si chiede:”quanti di Noi ricorderanno la foto del bambino morto sulla spiaggia in Turchia?” Certamente tutte le persone che sono dotate di grande EMPATIA. E’ un percorso che implica educazione alla pace alla cultura e all’educazione.E che non si può improvvisare commuovendosi x qualche giorno o addirittura solo x un minuto. E che richiede il così detto spirito di ricerca .Percorso .E anche presenza innata di Amore x il prossimo che talvolta è trasmessa attraverso un Dna. Talvolta si matura attraverso una forte sofferenza che ci investe in prima persona. E di chi intravede nel prossimo più vicino e lontano l’intera Umanità racchiusa dalla stessa sofferenza. Dei diritti calpestati che qualcuno improvvisamente denuncia e di cui ne è complice.” I Diritti calpestati sono e saranno sempre la causa di tanti bambini morti. Chi ha alimentato il sistema guardando egoisticamente alla propria pagnotta non potrà ricordare tanto a lungo quel corpicino. Lui sà che il partitino a cui deve un ascesa sociale ed economica è uno dei tanti complici di Angeli morti. Chi si indigna e tutte le notti non dormirà x quell’angelo non dimentica perchè scevra dai poteri che condizionano.Non perdona il sistema che ha causato l’ondata immigrazione e di profughi.Combattere a viso aperto, Non zittire e restare inerme di fronte ai più che minimi soprusi solo così non si potranno mai dimenticare i corpicini sulle spiagge.E non solo.Si collabora alla Pace che è una condizione di conquista interiore. Lenta. Giornaliera . Sofferta.Una condizione che una volta incarnata non permetterà mai più di vedere simili corpicini sulle spiagge. E chi non combatte il male si rende suo complice! A tutti i livelli

Nella cittadella di lacco Ameno terme da domani non si possono più seppellire i morti. Due divieti di accesso x monte Vico . E caduta massi è la segnaletica affissa ai lati della strada che porta al Resort del senatore de Siano Domenico

lacco Ameno Terme.Una storia incredibilmente vera. Su iniziativa provinciale stamane a lacco Ameno Terme-Ischia, premurose insegne affisse ai lati della strada che porta a Monte Vico. I segnali parlano chiari:divieto di transito e caduta massi.Il tratto conduce al cimitero lacchese. E cosa più eclatante al lussuoso albergo San Montano SPA Resort di proprietà del  senatore Domenico de Siano. L’albergo del senatore vivo e vegeto potrebbe anche essere chiuso temporaneamente x una eventuale disinfestazione da zanzare tzet tzet…Ma come la mettiamo con i morti che debbono raggiungere l’ultima dimora? Intanto si studiano varie soluzioni.Per raggiungere il resort. Qualcuno pensa di raggruppare 4 volte al giorno gli ospiti x andata e ritorno all’eleoporto di Casamicciola. Altri vorrebbero ricorrere a imbarcazioni diurne.E notturne. le stesse munite di robuste funi x la scoscesa parete. E x i più audaci deltaplani tricolori.Ma come fare x il carro funebre o il trasporto a braccia del defunto? Notte insonni x il De Siano .Stavolta il senatore dovrà pensare ai vivi e ai morti. E con tutte le cariche politiche e ospiti di onore da intrattenere nel ” suo” Bel paese trascorrerà notti insonni.E siamo preoccupati x una sua probabile o eventuale crisi di nervi.A lacco Ameno si respira da oggi un aria a dir poco sconvolgente.I tassinari non sanno che pesci pigliare. E si chiedono unanime:” rispettiamo la segnaletica e non portiamo gli ospiti al resort Montevico , oppure  compriamo pattini in dotazione per allegerire la rapida salita pericolante? Il dilemma continua tra la popolazione:” o vedè ca p ‘seppellì a papà more pure mammà? Insomma la tragicomica storia in pieno agosto sta sbacando l luoghi del lotto.U vivo e u’ muort si alternano nella dolce baia. Ma scherzi a parte chi fa sul serio è l’Ente provinciale che a detta di qualche maligno vulo colpire il senatore in piena stagione turistisca apponendo sgnaletiche di divieto.( sempre se é la provincia che doveva farlo) E caduta massi.Storie ischitane che tra il serio e il faceto danno sempre da pensare che u’ cumpare ricco e u’ cumpare povero entrambi devono raggiungere il Montevico E il cimitero che li ospiterà con tutti gli oneri. E onori!… di lucia manna vocidaischia@gmail.com

Scellerata scelta geotermica ad Ischia-località altamente sismimica E campi Flegri

Lettera aperta all’avvocato Francesco Cellamare –asso- forense dell’isola d’Ischia

Per conoscenza ai sei sindaci dell’Isola d’Ischia

Geotermia ad Ischia e Campi Flegrei

 

Esimio avvocato

Conoscendo le sue innumerevoli battaglie –andate tutte a buon fine, Le chiedo da isolana di prendere a cuore la questione che le sottopongo. Con l’associazione forense, avvalendovi della nobile arte del diritto desidero ardentemente che in merito alla folle e scellerata scelta di utilizzo geotermico sull’isola d’Ischia poneste attenzione alla pericolosità del suo utilizzo. E trovarne giuridicamente una immediata soluzione.  Come ben sa la geotermia è una risorsa energetica che produce a basso costo calore ed elettricità. Il suo utilizzo come ampiamente documentato da anni ha dato delle risposte in termine di risparmio. E di guadagno x le multinazionali .Qui sull’isola potrebbe secondo autorevoli geologi ed esperti presentare delle serie conseguenze in termini  di movimenti tellurici se non addirittura veri e propri terremoti. Seguo e ho scritto in merito più di un articoli-intervista al geologo Bartolomeo Garofalo che nella sua puntuale illustrazione riteneva poco rilevante le ripercussioni sul territorio. Garofalo sostiene che le perforazioni fatte con dovuta distanza da case e punti nevralgici non più di tanto avrebbero promosso oscillazioni al territorio :” millesimale e leggera vibrazione”. Di rimando il prof. Francesco Ortolani-ordinario di geologia si chiede:” le reiniezioni ad alta pressione nel sottosuolo dei fluidi estratti in pozzi vicini non sono mai stati eseguiti fino ad oggi. Qui a Ischia “. L’esperto si interroga sul serio rischio.” Le perforazioni e le reiniezioni nel sottosuolo , diminuiscono o aumentano il rischio di sismicità già esistente? Chi si assume la responsabilità di tale catastrofe con questi interventi in zona vulcanica o sismica o geormorfologica ( Ischia)? E i danni chi li pagherebbe?. E come? Illustre avvocato personalmente mi pongo la stessa domanda dell’Ortolano pur essendo a digiuno di competenze in materia. Credo che Lei stesso e l’asso -forense se la porranno e l’intera comunità ischitana. Ai sindaci dormienti invitiamo celermente a prendere atto . Sicura dell’interessamento Le porgo i miei più distinti saluti .lucia manna@gmail.com

Il senatore Sergio Puglia portavoce del M5S portavoce lavoro e previdenza sociale a Forio d’Ischia il 26-05 015

Inviamo ai media il seguente comunicato?

Contro la NASPI: martedì 26 incontro con il portavoce M5S in Senato Sergio Puglia

Sergio Puglia, portavoce M5S alla 11ª Commissione permanente del Senato (Lavoro, previdenza sociale), incontra i cittadini in piazza Matteotti a Forio martedì 26 maggio 2015 alle 11 contro le nefandezze introdotte dal Jobs Act. È ormai agli atti di Camera e Senato la dura lotta portata avanti dal M5S in Commissione Lavoro e poi in Aula. La denuncia contro questo danno economico ai lavoratori stagionali era stata posta all’attenzione del PD in data 17/02/2015 in Commissione Lavoro al Senato della Repubblica. Un’ulteriore sollecitazione del M5S è del 9 aprile scorso, con un’interrogazione a risposta urgente al Ministro del Lavoro, Poletti, sulle conseguenze dell’introduzione della NASPI. In data 16/03/2015 con Atto n. 1-00402 il Movimento 5 Stelle ha presentato la mozione Salva-Stagionali.
E non ci fermeremo. Intendiamo spingere con ogni mezzo il governo ad intervenire a tutela dei lavoratori stagionali, come la Petizione Popolare per la quale stiamo raccogliendo le firme.
Meetup Ischia in MoVimento

Al via NativeCicerone il sito con anima Ischitana che vuole cambiare il mondo dei viaggi

NativeCiceroneVi segnalo NativeCicerone
( www.nativecicerone.com ) un progetto no-profit che permette a ciascun utente di proporre dei tour “amatoriali” a viaggiatori stranieri che ci vengono a visitare.
L’obiettivo del sito è facilitare le amicize cross-culturali e lo scambio linguistico.
Si tratta quindi di un’esperienza di arricchimento anche molto divertente. I Ciceroni offrono i tour non per profitto ma per il piacere di incontrare nuovi amici (anche se i ciceroni ricevono mance volontarie). Il sito è nato da un’idea di un ragazzo ischitano, ed è ad alto potenziale perché si rivolge ad una platea internazionale.

Io ho già aderito all’iniziativa creando un profilo e proponendo un tour:
www.nativecicerone.com/tour/i-misteri-di-zaro-0
Aderite anche voi alla community, è un progetto meritevole, senza scopo di lucro.

 

Lettera aperta al cittadino Onorevole Luigi di Maio del M5S

Vogliamo portare la sua attenzione sulla protesta dei lavoratori stagionali che con l introduzione della nuova normativa si vedranno drasticamente ridotti il sussidio di disoccupazione. Praticamente la nuova normativa prevede che se si è lavorato 6 mesi si avrà diritto a soli 3 mesi di sussidio rimanendo scoperti di un qualsiasi reddito per i restanti 3 mesi. Parliamo di 400 000 lavoratori stagionali con rispettive famiglie, che non hanno scelto un lavoro stagionale ma che vivendo in località turistiche hanno solo questa possibilità. Non si tratta di assistenzialismo, si tratta di fabbisogno, si tratta di un’ opportunità lavorativa là dove non si hanno altre alternative se non restare disoccupati. E a soffrirne non saranmo solo le famiglie coinvolte ma l intero indotto economico di queste località, l intero settore turistico e l economia in generale perché ci sarà una contrazione della spesa da parte di queste famiglie. Vi chiediamo di dar voce alla nostra protesta, siamo invisibili già per troppe persone. Per il Governo siamo solo dei numeri, per l Istat dei dati statistici, per l Inps delle matricole. A voi diciamo che invece siamo PERSONE, siamo CITTADINI di uno Stato indegno che invece di salvaguardare il suo popolo lo vessa di tasse e lo priva dei fondamentali diritti.P.S lucia manna attivista del M5S dell’Isola D’Ischia Napoli.

Dist.issimo Luigi- sappiamo che il nostro Movimento è stato il primo con Sel a prendere a cuore la situazione degli STAGIONALI. Ischia vive solo di turismo.  Potrai immaginare che catastrofe economica sarebbe x le famiglie isolane qualora non si ponesse rimedio a questa scabrosa situazione lavorativa. Oltre al necessario mantenimento familiare, i ragazzi delle stesse verrebbero preclusi dalla facoltà di continuare gli studi universitari. E altro. Sicura del continuo interessamento auguro un buon lavoro. Con tanta stima lucia manna

vocidaischia@gmail.com

La Madonna di Zaro invita a fare outing

golfoLa Madonna di Zaro: l’ “apocalisse” è vicina. Oggi la copertina de Il Golfo recitava questo titolo.

Cara Lucia, avrai notato che quelli de Il Golfo non riconoscono uno scoop nemmeno se ci sbattono contro.

E’ da vent’anni che la Madonna prevede terremoti e guerre, mica è questa la vera notizia! Fossi nel direttore ammonirei tutti per negligenza. E’ che diavolo! Nessun giornalista si è degnato di andare sulla pagine Facebook della Madonna di Zaro per toccare con mano gli effetti dell’ultimo messaggio sulla vita degli ischitani!

Oggi quindi non voglio prendermela con le veggenti ne tanto meno voglio insinuare dubbi che la Madonna appaia veramente il 26 di ogni mese. Anzi, se me lo chiedete, sono piuttosto sicuro che la Madonna compare ad Angelina anche quando frigge le melanzane.

E per chi fosse ancora scettico sulle apparizioni, io posso testimoniare: Angelina esiste per davvero. Ho visto Angelina da Circiello mentre litigava con il fratello per questioni legate all’eredità (a quanto pare il regno dei cieli non gli basta).

Oggi invece voglio puntare il dito contro i giornalisti ischitani che non si sforzano a comprendere la portata rivoluzionaria dell’ultimo messaggio che ha creato un vero terremoto nelle coscienze cambiando la vita di molti (altro che ISIS e maremoti!).

La Madonna di Zaro sta diventata sempre più un’ influencer, allontanandosi nello stile dalla Madonna di  Medjugorje  e avvicinandosi sempre di più a Madonna la cantante.

Se avesse ascoltato l’ultimo messaggio della Madonna di Zaro questo paragone non vi sembrerebbe poi così assurdo, leggete con i vostri occhi, e ditemi se queste non sono le preoccupazioni di una popstar: “Figli miei, mi addolora molto vedervi numerosi ma tiepidi”.

Insomma alla Madonna di Zaro non basta avere i follower ma vuole che essi siano caldi (proprio come Madonna al mitico concerto di Milano: “siete pronti????????”  “Sììììììììììììììì” “Siete caldi?!?” “Sììììììììììììììììì”, “Anchìo!”).

No! Non è questo il mancato scoop del Golfo per il quale tutti i giornalisti dovrebbero essere licenziati. Lo scoop è che la madonna ha invitato i propri Follower a fare outing e sono in molti che hanno aderito all’iniziativa.

La Madonna di Zaro, con un tono leggermente minaccioso, ha infatti detto: “Figli, Dio vi conosce uno ad uno e sa tutto di voi. Quello che siete, dimostratelo apertamente, non fingete perché prima o poi ve ne pentirete”.

E da qui, sulla pagina di Facebook della Madonna di Zaro, è esploso un’escalation di outing tutto all’ischitana! Leggete i commenti sotto l’ultimo messaggio e verificate voi stessi: il prete gay, il ristoratore truffaldino, la moglie infedele, l’albergatore “rattuso”, tutti che si stanno alleggerendo la coscienza dichiarando su Facebook la propria natura.

madonna-fb

Senza ombra di dubbio, per la portata rivoluzionaria dell’ultimo messaggio, la Madonna di Zaro si è aggiudicata il premio di Reginetta dei Cieli (alla faccia di Medjugorje, tiè!).

Comunque, a parte gli scherzi, non voglio mettere in difficoltà nessun giornalista del Golfo. Lo ammetto, l’articolo nemmeno l’ho letto, ho visto solo la copertina del giornale: del resto, come tutti gli ischitani, compro il Golfo solo per leggere gli orari degli aliscafi.

Vincenzo Romano

COMUNICATO STAMPA : I fiori inglesi del Dott. Bach parlano “lucano”

 

I Fiori Inglesi del GiovanniCanoraDr. Bach parlano “Lucano”

 

Gentile Direttore, Giornalista

 

la domanda di salute attinente alle Medicine Complementari pone Medici, Biologi, Farmacisti e operatori sanitari di fronte alla sempre più sentita esigenza di una formazione e aggiornamento professionale.

 

La formazione in Floriterapia Dr. E. Bach, con i 3 moduli di formazione post-laurea, promossa e organizzata dall’Ordine dei Farmacisti di Potenza, in un ambito di un programma didattico di formazione e aggiornamento per la Medicina Integrata, rappresenta l’occasione di una proposta formativa interprofessionale coinvolgendo i colleghi medici, farmacisti e nutrizionisti, al fine di una migliore compliance terapeutica e di servizio sanitario territoriale, per quella domanda di benessere e salute non bisognosa del farmaco di sintesi.

 

L’antica Lucania attraverso lo studio decennale del Dr. Nicola Di Novella, si pone all’attenzione nazionale ed internazionale per le caratteristiche di biodiversità della Flora e delle Piante officinali.

 

Il 16 e 30 Novembre presso l’Ordine dei Farmacisti di Potenza inizia un percorso di formazione in Floriterapia del Dr. E. Bach, riconosciuta dall’ OMS nel 1976.

 

Certo del Suo interesse per la informazione a mezzo stampa, in attesa fiduciosa benevole riscontro.

 

 

13 Novembre 2014

Cordiali saluti

 

Coordinatore territoriale

Dr. Martino Iacenda