Covid 19 sull’isola dIschia:L’appello del dott. Gaetano Colella a De Luca dalla sua pagina facebook.

“Presidente VINCENZO DE LUCA,continuo a complimentarmi per la passione,la determinazione,l’impegno con cui Ti stai battendo,per difendere la vita dei cittadini della REGIONE CAMPANIA dal COVID 19. Pero’,non condivido minimamente la Tua posizione assunta sul caso della ” RESIDENZA PER ANZIANI VILLA MERCEDE” di SERRARA FONTANA,dove ritieni che: IL PROBLEMA E’ STATO GESTITO IN MANIERA ECCELLENTE DALLA DIREZIONE DELL’ ASL NA 2 NORD. Poi, Ti informo che sulla nostra Isola,bisogna organizzare un PIANO SANITARIO EXTRA-OSPEDALIERO, ( non a parole, ma nei fatti concreti .Perchè stenta a partire?) per rispondere a chiamate, assistere, curare, fare tamponi, pero’ a tutti indistintamente , quei cittadini a domicilio che manifestano e denunciano, primi sintomi COVID19 e seguirli fino alla loro guarigione.Ci sono stati casi con febbre ,fino a qualche settimana fa ,che hanno cercato di mettersi in contatto con qualcuno( medico di base- guardia medica-118-113-A .S. L. ecc.ecc) per essere controllati ,ma è stata cosa impossibile,E solo dopo circa un mese sono riusciti a mettersi in contatto con addetti ad intervenire.Per l’attuazione di questo PIANO DI ASSISTENZA SERIA A DOMICILIO ,occorre naturalmente istituire , una equipe di medici ospedalieri con medici di base ed infermieri ad hoc.E’ necessario pero’, altro personale sanitario sull’isola d’ISCHIA per avviare questa assistenza importantissima a servizio di tutta la popolazione che chiede di essere controllata. .Presidente DE LUCA una gestione sanitaria eccellente,gia’ avrebbe dovuto mettere in atto queste misure sanitarie a difesa della vita dei cittadini isolani.Fino ad oggi sento che solo iniziative sporadiche in tal senso, sono avviate sul territorio.A chi si aspetta? Che i morti superano di molto il numero di 100 sul nostro scoglio. PRESIDENTE DE LUCA,ASCOLTAMI Faccia svegliare questo DIRETTORE GENERALE DELL’ASL NA 2 NORD ,perche’ su Ischia NON CI SIAMO PROPRIO”. 

 

Come cittadina ischitana, responsabile di questo sito penso che l’appello del dott. Gaetano Colella debba  avere una risposta ad Horas dal de Luca.Ischia   per motivi logistici dettati dall’ insularità,ha necessità di corsie preferenziali.  La nostra Aenaria va  seguita con più attenzione dal restante territorio campano.Qualora Vincenzo de Luca come responsabile dell’intera Regione in cui rientra a pieno titolo l’isola d’Ischia, qualora non intervenisse in tempi immediati  all’assistenza dell’intera popolazione causandone massiccia incolumità  con rischi anche di centinaia di morti, potrebbe incorrere in un penale per mancate adepienze e omesso soccorso? Legittimo interrogativo su cui auguriamo una improcrastinabile riflessione del nostro tutore e garante per la salute Vincenzo de Luca.L.M.

 

Lettera aperta a Vittorio Feltri direttore di Libero

Feltri contro i meridionali, politica calabrese scatenata: «Chieda ...

Lettera aperta a Vittorio Feltri direttore di Libero
Per consuetudine si inizia una lettera con etimi del tipo: esimio-egregio-insigne-distintissimo,personalmente non riesco a trovare nessun etimo che possa a Lei far riferimento data la sua controversa figura di uomo. E giornalista.Tempo fa avemmo uno scontro su twitter.Lei a una mia sottile opinione riguardante il Suo gatto rispose:” si faccia i cazzi suoi”.Capii fin d’allora che Feltri era attanagliato da seri problemi.A tutt’oggi nonostante mie profonde meditazioni, tra le tante analisi che mi sono concessa e a cui non avrei dovuto , sottoporla ,non sono ancora risalita alle cause del Suo malessere. Per chi scrive rimane una violenza nel volere esaminare e giudicare deliberatamente una persona .Una Persona in quanto tale va accettata e amata nel suo insieme .Feltri, alla luce delle Sue continue offese nei riguarddi del Meridione, con la speranza che Lei prenda consapevolezza delle sue violenze verbali nei confronti del Sud Italia vorrei interrrogarmi e interregorla per uscire una volta per tutte da questa diatriba stomachevole di bassa leva che inquina principalmente Lei stesso più che i popoli meridionali.Lei ha raggiunto una raccrapicciante disistima non solo dal popolo vilipeso ma da una parte considervole anche del Nord che non riconoscendosi nel Suo di linguaggio ha preso notevoli distanze dal Feltri giornalista.Molte sono le satire che si rincorono su social .Contrariamente alle sue grossolanità di espressioni, sono divertenti. potremmo osare dire quasi benevoli considerandola una persona da internare con un sussuro quasi fiabesco.Un uomo da tenere controllato in famiglia.E tra l’altro invogliando gli edicolanti ad esporre scritta:”noi meridionali non siamo in grado di comprendere gli arguti articoli di Feltri, della Sua testata indipendente e scusandoci con il Suo direttore in questa edicola non vendiamo LIBERO”. Come vede i meridinali con eleganza la mandano a fare in C.Cosa può nel momento storico ,epidemico, economico condurre un Feltri ad attacchi quasi quotidiani nei riguardi di un popolo già di per se sanguinante. E derubato dal Nord da secoli? Quale la forza scatenante che riduce un giornalista a cui non é mancata carriera-fama-amore familiare? Molti spazientiti semplificano nel commentare che Lei beve un pò troppo” Se così fosse ricordando un suo brindisi in diretta giustificandolo ” che un ditino di vino rallegra e celebra la Vita”, potremo esserne felici se non ricordassimo l’asserzione del grande bevitore Baudelaire:”il vino rende le persone buone… ottime, le cattive esecrabili”.Sembra che il ditino di vino la renda esecrabile”confutabile nel suo esacerbato lessico.Un altro video divertente che La riguarda espone ed evidenzia sempre in lato umoristico che “il suo LIBERO è sovvenzionato dallo Stato e i meridionali oltre a pagarla devono anche subire le Sue deprecabili asserzioni”. Rifletta ! Tante le cose da comunicarle ma Lei conosce bene che serve la sintesi per non tediare il lettore. Ultima legittima domanda:” se proprio vuole dire qualcosa con il Suo scudo di Libero,perchè prima di andare in pensione non scrive chi é veramente il Mattarella. Chi è, e da dove perviene… e per chi è al servizio Il Conte primo ministro del governo italiano?.Cosa sta veramente succedendo alla Democrazia? Non vogliamo ricadere in sterile polemica,desideriamo solo che un giornalista deputato alla Verità, alla corretta informazione deve essere supportato da un linguaggio che oltre ad essere oltre  divulgativo necessita essere soprattutto educativo. Non ricada ancora in errori usando la parola scritta., Usandola a difesa e protezione del popolo intero contemplando in esso Vizi e virtù.E nel caso del Terrone anche ” Il mandolino-l’arte-cultura” riguardando il al suo suo libero pensiero del: “hic et nunc”.I terroni vivono soprattuto cosi con “il quì ed ora” avendo incarnato da secoli il breve percorso di Vita secolare.Il carpe diem del meridionale anche se non compiacente ai parametri dei visigoti discendenti ,rimane comunque salutare. E celbrando quotidianamente la vita ,il Terrone crea e distrugge con la stessa e intensa ferocia che a volte si presenta nel campo lavorativo. Lei e il suo laborioso Nord avete superficilmente etichettato i meridionali da anni senza soffermarVi sull’Imprimatur conquistate dagli Stessi.Senza capire che in ogni terrone esiste una melodia. Una passione che eleva l’Anima e lo avvicina ogni giorno all’Universo. Il tutto contornato anche con uno semplice spaghetto, pizza e l’inseparabile ” Mandolino” Auguri per il futuro. di lucia manna

Covid 19: quid prodest : Ai Cinesi o agli Americani?

A chi e a cosa serve il covid 19? Conoscendo che da oltre 15 anni la guerra batteriologica è iniziata con le varie epidemie e che la Cina dall’Asiatica del 1954 -l’influenza di Hong Kong del 68 passando per la Sars al Covid 19 nel 2020…ci si chiede alla luce della diffusione virale a chi dei due paesi in guerra fredda giovi di più il divulgare del Corona? Chiaramente ad entrambi.E quì il pensiero socratico scorre alla mente:” quid prodest foris strenuum, si domi vivitur? Ossia a che serve essere valorosi fuori se in casa si vive maleale? Ormai Sappiamo quasi con esattezza che il Covid 19 sarebbe frutto dell’inserimento di piccole catene di HIV all’interno del Virus originario. Un laboratorio cinese di Wuhan sovvenzionato parzialmente dagli USA ha combinato il pasticcio pare a benefico dell’Umanità. In effetti disattendendo tutte le linee Etiche che la scienza esige ,dal hiv con l’altro micidiale virus gli nscenziati volevano creare un vaccino contro l’AIDS.Ma sul mercato chi l’ha immesso ,ossia divulgato a mò di merce non é il momento dato sapere .Secondo il pensiero deduttivo si ipotizza che l’imperialistica America abbia osato.Ma qualcuno con mente induttiva osa blaterare che gli stessi cinesi anche a costo del”quid protes del quid , si domini vivitur” hanno confezionato e spedito il cadeau in giro per il mondo.Accettato di buon grado da qualche nazione che strumentalizzando l’invisibile, l’inafferrabile moscerino Covid 19 sta finalmente mostrando il lato oscuro del suo governo.Governo fascista camuffato da una falsa Democrazia e già visibilmente riconosciuta dai più attenti commentatori liberi già da molti anni. Governo che per mettere in atto all’ora X la paventata dittatura,aveva necessità di un Capro espiatorio. Ed eccolo che arriva. puntuale come l’alzarsi del sole.Fedele alla strategia del terrore messa in atto secondo le norme di Mussoliana memoria. Chiaramente nel nuovo ordine mondiale rientrano più nazioni.Stando all’Italia , menzionando la dittatura facendo riferimento al ventennio fascista ,crediamo di fare un torto a Mussolini.il capo dei gerarchi italiani anche se con sete espansionistica e metodi coercitivi aveva nobili proposti: liberta-patria-giustizia.La dittatura che i nostri nani al potere della Penisola sono motivati da un altro Spirito e da regole che il morto parlante europeistico ha dettato .Richiesto con i suoi capestri Dixtat divorando in 20 anni beni e cultura nostrana. Conte con eleganza e il suo visino da Gesuita dicendi con la complicità del presidente della Repubblica Mattarella sta dando l’ultimo colpo alla sua sanguinante terra italiana.Terra che ha visto milioni di morti durante le ultime guerre mondiali consentendo con il loro sangue di rimettere in piede arte- cultura. e dando Vita sempre con il loro tributo della morte alle nostrane invidiate Eccellenze. Le rimanenti le lasciamo in casa Nostra o assecondiamo le AVIDITA’ mondiali di quell’uno per cento che beve il sangue dei bambini? Per qualcuno il dado é tratto. noi che crediamo all’Universo che regola Leggi e cose abbiamo speranza. .di lucia mannna
Coronavirus, la foto di Conte che firma il decreto e il tweet: "Il futuro dell'Italia è nelle nostre mani"

Covid19:tutto ciò che si deve sapere elencato puntualmente dall’avv.artista Marco Marcus Yang Donnarumma

Lo sapevate che la pandemia non è mai stata dichiarata da OMS, ma solo il rischio pandemico, e quindi questa clausura è illegale ?L'immagine può contenere: Marco Marcus Yang Donnarumma
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che un decreto del presidente del consiglio dei ministri non può MAI avere valore di legge ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che il virus non provoca la polmonite interstiziale che stanno curando, ma trombosi polmonare e quindi gli intubati sono stati, di fatto, uccisi ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che l’autocertificazione siete invitati a farla, ma nessuno ve lo può ordinare ?
No. Ora lo sapete.
Sapevate che se la fate e dichiarate il vostro stato medico questo è specificatamente nullo e vietato dalla legge ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che tutte le volte che leggete “denunciato qui, denunciato la” sono cazzate. Un decreto legge non può MAI avere risvolti penali ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che nei primi tre mesi di quest’anno in Italia sono morte meno persone che nel corrispondente periodo del 2019. Indipendentemente dalle cause ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che nessun paese al mondo sta subendo una clausura economicamente devastante come il nostro ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che se si sente male un vostro caro, anziano, ve lo sottraggono e dopo averlo sottoposto a cure non scelte né accettate, lo fanno morire da solo e probabilmente ve lo ridanno incenerito, dentro un barattolo e ciò è ASSOLUTAMENTE illegale ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapete che il governo invece di decidere lui tramite ministri e funzionari ha chiamato una squadra di tecnici ELETTA DA NESSUNO, facenti parte il grande mondo della grande finanza, che decideranno cosa noi potremo fare, dove andare quanto allontanarci da casa…. in flagrante violazione di ogni legge e della Costituzione Italiana ?
No. Ora lo sapete.
Lo sapevate che i membri di questa squadra accettano di farne parte solo se potranno agire in segreto e se avranno l’immunità totale dalle richieste di risarcimento dei danni che potrebbero causare ?
No. Ora lo sapete.

Lo sapevate che ad accettare di esser tratti da schiavi si diventa schiavi ?

No.
Ora lo sapete.

La libertà è una scelta di Marco Marcus Yang Donnarummma

Insieme per Forio denuncia l’annullamento della graduatoria relativa all’assegnazione dei “Buoni basti” e chiede le dimissioni di MarioSavio

(Cs)Il gruppo “Insieme per Forio” esprime profondo rammarico per la situazione surreale derivata dall’annullamento della graduatoria relativa alla assegnazione dei “Buoni pasto”.

Purtroppo ci giungono numerose segnalazioni di persone che stamane si sono presentate presso i punti vendita convenzionati con il Comune di Forio, salvo poi venire a conoscenza che, a causa si negligenze e palesi violazioni nella procedura di assegnazione, i benefici erano stati annullati. Circostanza ancora più assurda, per i diretti interessati, i quali non avendo altre disponibilità economiche, sono stati costretti a lasciare alle casse la spesa appena effettuata.

In un paese civile, quale è la nostra Forio, non possono essere consentiti questi sbagli, volontari o involontari che siano, indipendentemente da quelle che possono essere i motivi, a maggior ragione in un periodo come quello che stiamo attraversando particolarmente delicato, basti immaginare che a quasi due mesi dall’emergenza nulla è stato erogato dallo Stato in tutte le sue articolazioni territoriali in favore dei cittadini.

Allo stato non è dato sapere in via ufficiale dall’ente se effettivamente l’assegnazione dei buoni pasto sia stata effettivamente annullata, se i richiedenti siano tenuti ad effettuare una nuova richiesta, se e quando potranno concretamente beneficiare dell’aiuto economico.Il gruppo di minoranza sin d’ora si è attivato per richiedere formale accesso agli atti al Comune di Forio, al fine di portare a conoscenza della collettività le reali ragioni di questa ennesima anomalia che si è tradotta in un grave disservizio ai danni di gente già socialmente sensibile.

Inoltre Insieme per Forio sollecita il Sindaco, Francesco Del Deo, ad intervenire senza indugi pubblicamente al fine di fornire tutti i chiarimenti ritenuti, a questo punto, necessari oltre che dovuti.

Inutile aggiungere che, in una situazione del genere, al di la di quello che emergerà dallo stato degli atti, l’Assessore al ramo, sig. Mario Savio, dovrebbe avere il buon senso di dimettersi; tuttavia se ciò non è avvenuto per fatti ancora più gravi, non ci sorprende che non avvenga in occasione di questa ennesima, grave e triste vicenda.

Covid 19 alla riscossa.Decreti capestro in Italia. Il riscatto italiano

Foto di Giuseppe ConteFrasi di Nicola ZingarettiMario Monti nominato senatore a vita La mossa del Colle, il via ...Chi riesce a capire, ancora per breve tempo che stiamo ad un risvolto epocale tenendo ben in mente i valori-diritti e quant’altro inerente alla sfera Umana può ampiamente contribuire con il suo pensiero, i suoi scritti al cambiamento della Storia Umana senza precedenti.Il benedetto e maledetto Covid 19 sta dando la possibiltà di sconvolgere tutti gli equilibri mondiali apprendo le socchiuse Coscienze e smascherando i crimini-nefandezze-oppressioni che ancora ad oggi affligono gli Creature terrestri.Le Elites mondiali sono alla loro ultima partita .Partita che giocata sporca anche in casa nostra omettendo e calpestando i nostri sacri principi costituzionali sta decimando l’italico individuo riducendolo a restrizioni fisiche con l’aggravante turbamento psitico-.C ‘é necessità di una vera e propria “RESISTENZA”.I partigiani che devono concorrere alla rivoluzione Copernicana della terza guerra mondiale( economica )devono brandire l’arma della protesta con la voce che ormai solo i social consente.Moti sono le voci libere di giornalisti-medici-intellettuali che su blog di spessore invitano con accurate documentazioni alla riflessione e alla partecipazione.Nonostante ciò, la maggior parte delle persone si affida e si fida delle notizie televisive di regime mistificate E Il premier Conte fa ora notizia con il suo lato filantropo nel donare il suo stipendio all’emergenza .Conte e la sua maggioranza di governo dovrànno rispondere di OMICIDIO colposo di massa perchè hanno sottovalutato l’Emergenza del Covid 19 intervenendo con  tutele capestro in notevole ritardo. E deceduta tanta gente x il pressappochismo. Lui é il sinistroide Zingaretti hanno chiuso tutta la Nazione.Hanno relegato in casa tutti gli italiani quando ormai il Virus era già contemplato. Diffuso.Il presidente del consiglio italiano si vuole lavare un tantino la coscienza .E riprendere consensi. Beati i poveri di spirito che’ vedranno il regno dei Cieli!!. Sveglia! Sveglia!.L’Organizzazione Mondiale X La salute si congratula con il governo per le misure prese: Cicero pro doma sua”! La OMS è un associazione privata da quì si puo’ dedurre quali sono i suoi Interessi nell’elogiare i metodi fascisti imposti in violazione ai diritti fondamentali della libertà.Le misure deleterie che stando conducendo milioni di italiani all’uso di farmaci antidepressivi e che servono a poco e niente a smantellare il Virus visto che di positivi siamo in tanti e non riconosciuti per il mancato tampone. Tampone che andava e andrebbe fatto a tappeto . Ma hainoi!! Falso rimane il fatto che non abbiamo tamponi a sufficienza . Volendo si procurano . Il vero problema é che non abbiamo i reagenti per leggerli.I sanitari che li leggono.I microscopi che la sinistroide politica del Zingaretti (infetto ) con il super visore Mario Monti taglio’ con la Spending REVEW allo scopo di ridurre gli sprechi e di apportare miglioramenti al bilancio. Uno dei tanti crimini perpetrati Da Mario Monti a cui dovrebbe rispondere al cospetto di una istituenda Corte Marziale.La soppressione degli ospedali a tutela della salute pubblica, con dei tagli alla Sanità ha dato per il momento risposta il Covid 19 . Attendiamo dopo il suo rientro che la Magistratura si esprima nella totale ubbidienza della legge a cui é stata chiamata a rappresentare. Esprimersi. Un altro abuso doveroso da sottolineare é che le autocertificazioni che hanno imposto per gli spostamenti ritenuti “necessari” sono NULLI. Violano tutti gli articoli della Costituzione. . Non sono ammissibili neanche nell’urgenza perchè nessuna legge esiste in merito E ‘solo un arbitrario decreto non convertibile neanche in legge voluto dal governo Conte. E neanche potrebbe essere promulgata qualora si riunisse il Parlamento. Finale tutte le multe con articoli di legge alla mano non hanno ragione di essere messe in atto perchè violano l’ART 445 che regolamenta le AUTOCERTIFICAZIONI.Le forze dell’ordine e i Vigli al fermo del conducente non chiedono patente e documenti ma d’assalto l’auto certificazione.E qui si potrebbe osservare che qualsiasi latitante con il Covid 19 può girare indisturbato. Insomma norme e decreti legge( attenzione non legge approvate dal Parlamento) con violazioni del decalogo COSTITUZIONALE tutte a servizio dei PIENI POTERI CONTIANI che indugono a pensare ad un ritorno fascista che con armi e fuoco ha contribuito a sterminare milioni di italiani e non. Se la Magistratura non agisce come nel caso di craxsiana memoria Conte e company non la passeranno liscia.Il danno. La beffa! Covid 19 il giustiziere del XXI secolo alla riscossa degli italiani.di lucia manna. Così è…se Vi pare! vocidaischia@gmail .com 3476381702

Vedi Napoli e poi muori così canta un vecchio adagio

DAL SINDACO De Magistris Sono napoletano. Sono nato a Mergellina, accanto al mare. Sono stato, sin da piccolo, abituato a guardare oltre, dove lo sguardo non arriva e nella direzione dell’infinito, senza mura, nemmeno nel cuore. Amo profondamente Napoli, amo il popolo di Napoli. Amo anche le cose che non mi piacciono della città e dei napoletani. È una città di contrasti: inferno e paradiso, anarchica ed assetata di giustizia, energia imponente tale da disintegrare qualsiasi involucro a pressione, popolo che vuole poche regole, ma ha una potente capacità di autogovernarsi. Non mi appartiene la difesa a prescindere della mia Terra. Ti dicono, non di rado, nel nostro Paese, quando pensano di farti un complimento: “non sembri napoletano”. È l’emblema, se volete anche gentile, del pregiudizio nei confronti della nostra Terra. Pure di questi tempi, nel pieno dell’emergenza#coronavirus, non si è persa l’occasione di marchiare alcune immagini della nostra città: “vedete come fanno a Napoli, vedete i napoletani”. È l’ignoranza che acceca.

All’inizio dell’epidemia in alcune zone d’Italia il mantra era: “Tutti fuori, vita pseudo normale, aperitivi, aziende, cantieri”. In quei giorni a Napoli, dove non si registrava ancora nessun contagio, chiudemmo le scuole, prima ancora del Governo, ed anche i cantieri. Nessuno ha mai osato, giustamente, dire: “guarda lì che fanno”. A noi non appartiene giudicare. Ci tocca comprendere, capire, mettersi nei panni di altri. Io voglio, oggi, sentirmi milanese, bergamasco, bresciano, piemontese, lombardo, veneto, ITALIANO. Lo dico da napoletano verace, da chi mette Napoli prima di tutto. Napoli è più simile a Betlemme che a Berlino, Napoli è europea ma anche araba, Napoli è fatta di vicoli, piazzette, rioni, con botteghe assai contigue e tantissima gente che vive nei bassi in cui c’è la storia della nostra città. Oggi nel bollare l’inciviltà del nostro popolo si parla e si fotografano presunti assembramenti in alcune strade di Napoli. Ma la conoscete la conformazione urbanistica di interi quartieri della nostra città? Ma avete mai visto Napoli in un giorno di vita normale pre covid19? Napoli è un abbraccio, siamo sempre stretti, un’nguollo a nat’. Non è facile mantenere distanza sociale dove non c’è spazio, eppure le persone ci provano e ci riescono anche (al netto di qualche imbecille che staziona anche dalle nostre parti, come in tutte le parti del Paese). Se accade da altre parti nessuno si sogna di dire, forse nemmeno di pensare, che è la condotta di un popolo. Invece si usa, da parte di alcuni ovviamente: “guardate i napoletani”. Come se fossimo una vil razza dannata.

Resisteremo e vinceremo uniti anche questa terribile sfida. E torneremo presto ad abbracciarci.

Per ora #Napoli e il suo popolo agiscono nel complesso con maturità e responsabilità, in un’epidemia anche sociale ed economica senza precedenti dal dopo guerra.

Dedico a chi non ha mai avuto tempo e voglia di entrare nel corpo di Napoli e nell’anima della sua gente un passo di “Napule è” di Pino Daniele: “Napule…e a sape tutto o’ munno ma nun sanno a verità”. Nella foto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’artista-poeta letterato Ciro Ridolfini

Il presidente del consiglio Conte ha il potere di immettere e stampare moneta in caso di emergenza. Tutti gli italiani sono in spasmodica attesa

Giuseppe ConteIl nostro capo dello Stato é virtuale . Come tutti ben sanno i fili li mantengono i burattinai:ossia chi li comanda. Sta di fatto che una soluzione politica- economica esiste ed é quella di stampare monete nostre senza ricorrere ai ricatti del prestito MES. ( E’ previsto stampare soldi nostri in caso di emergenza.X il governo il Covid 19 rientra in tale schema visto che il VIRUS ha messo in ginocchio l’intera Nazione?Il Prestito (MES) verrebbe accordato con clausole e vincoli delinquenziali.imposti dalla truffa europesta. Stampare moneta é la prova del nove e qualora non si prendesse in considerazione gli italiani cosa faranno? Intanto a bada li tengono i 30000 militari americani che sono venuti in soccorso alla nazione italiana che non é più uno Stato da quando non può più stampare e immetttere moneta propria.l.m.

L’artista M.Marco Yang Donnarumma al Swis Exspo Art 2020 il suo dipinto in china e acquerello degno di nota

Nessuna descrizione della foto disponibile.

“Amami ora che non ho colori per farti innamorare della mia essenza.
Là ,dove solo le aquile ascendono,
troverai il mio spirito unito all’orizzonte senza segno né luogo.
Per ogni cosa che poi ritorna, Addio..”
Questo disegno, realizzato con china ed acquerelli,
parteciperà ad un concorso per diventare il manifesto ufficiale dello
SwissArt expo 2020
che avrà luogo ĺa prossima estate a Zurigo.
Con Artbox project , una galleria svizzera.di Marco Marcus Yang DonnarummaL'immagine può contenere: 1 persona

LA LETTERA DI VALERIO MALVEZZI CHE INVITA A SOTTOSCRIVERE AGLI ITALIANI PER I DANNI SUBITI

Io sottoscritto, privato cittadino di libero pensiero, nato in Stato libero e condotto a forza in Unione Europea, nel sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma,Risultato immagine per PRODIRisultato immagine per DRAGHIL'ideona di Mario Monti: i Buoni di Salute Pubblica per l'Italia

Accuso chi ha costruito questo modello d’Europa di essere stato mosso da pensieri di grandezza e non di fratellanza, di dominazione e non di cooperazione tra i popoli, con lo stesso disegno di dominio che caratterizzò l’uso di monete antiche all’epoca dell’Impero Romano o più tardi del Sacro Romano impero, senza comprendere l’evoluzione storica, sociale e culturale dei popoli.

Accuso i Capi di Stato e di Governo degli ultimi decenni di aver tradito lo spirito dei Padri fondatori, usando consapevolmente a fini personali e di carriera privata i valori ispiratori di comunità e fratellanza.

Accuso chi volle far nascere l’Euro di averci ingannati, millantando un bene comune e dichiarando di voler creare una casa comune quando in realtà si voleva evitare semplicemente che una casa fosse più grandiosa di un’altra: la Germania della Francia.

Accuso i governanti Francesi dell’epoca, Mitterand a Parigi e Delors a Bruxelles, di aver congiurato per il folle terrore che la Germania, in vista della sua riunificazione dopo il crollo dell’Unione Sovietica, diventasse nuovamente più grande e potente della Francia stessa.

Accuso la Germania dell’epoca di aver ricattato i congiurati, e di aver imposto alla base dell’accordo tra Kohl e Mitterand un processo di deindustrializzazione dell’Italia, che come potenza industriale faceva allora ombra alla Germania. Accuso la Germania di aver accettato la moneta senza Stato denominata Euro ma di aver imposto in cambio un modello di fatto incentrato sul marco tedesco.

Accuso la Germania di aver richiesto e ottenuto una Banca Centrale Europea indipendente e non controllabile dalla politica, creando le premesse storiche affinché i cittadini della futura Europa fossero schiavi dei banchieri privati. Accuso la Germania di aver imposto regole asimmetriche tra creditori e debitori, imponendo il rigore solo per questi ultimi. Accuso la Germania di aver imposto la sede della Banca Centrale Europea non a caso sul proprio territorio, a Francoforte.

Accuso l’Europa e non l’Euro, poiché se un cane entra nel nostro salotto con le zampe sporche di fango sporcando il tappeto non è razionale prendersela con il tappeto. Accuso l’Europa di aver volontariamente costruito un lager finanziario, nel quale milioni di persone sono state rinchiuse, sorvegliate da pochi guardiani cui è stata consentita un’esistenza di privilegiati, nell’interesse dei padroni del lager.

Accuso tutti i Governi e governanti italiani dell’epoca di avere capito benissimo quali fossero le conseguenze di tali accordi, ma di aver taciuto la verità al popolo in cambio di propri vantaggi e carriere personali. Accuso questi uomini di averci ingannato, poiché nessuno spirito di fratellanza tra i popoli è stato mai attuato nemmeno in epoche recenti, in campo sostanziale, economico, a partire dagli Eurobond e dalla mutualizzazione del debito.

Accuso la classe politica italiana passata e recente, che si è svenduta ai banchieri privati, di non aver mai creato una Europa Unita ma solo una unione di monete, chiamata Euro. Io li accuso di non averci portato alcun benessere promesso, ma solo un aumento dello squilibrio, creando benessere per pochi e malessere per molti.

Accuso coloro che usano la parola “populismo”, per svilire con tale termine denigratorio le umanitarie ragioni di protesta e di indignazione di coloro che intendono dar voce al popolo oppresso dalla fame e dall’ingiustizia sociale. Accuso i perbenisti che fanno uso di tale parola, per zittire financo il lamentoso piangere del popolo che soffre, dei giovani che devono emigrare, degli adulti cui è precluso ogni rientro nel mondo del lavoro e degli anziani che non hanno soldi per curarsi o che devono andare a cercare il cibo nei cassonetti delle città. Accuso tutti coloro che, in virtù della loro posizione privilegiata dovuta a ragioni sociali, politiche o religiose, non soffrendo dei problemi della povera gente e non avendo il problema del pane sulla propria tavola, giudicano dal loro pulpito come “populista” il pensiero di chi vuol dar voce al popolo oppresso.

Accuso tutti gli economisti dell’epoca che tacquero, ben sapendo che una moneta unica bloccata in un sistema di cambi fissi avrebbe chiaramente finito per danneggiare in modo gravissimo Paesi come l’Italia, a vantaggio di Paesi come la Germania. Accuso di non aver creato affatto una Europa unita, poiché nulla è mai stato fatto concretamente per avere una politica estera comune, una comune difesa dei nostri territori da pianificate invasioni di altri popoli, una politica economica comune, una politica fiscale comune, una politica del lavoro comune.

Accuso i politici che ancora promettono tali cose di voler ingannare la povera gente, poiché in questo anniversario quelle promesse, non da ieri ma da sessant’anni, non vengono mantenute. Accuso i sedicenti europeisti di non aver mantenuto da sessant’anni e di non poter mantenere in futuro quelle promesse per questioni fondative, poiché la struttura stessa della casa Europea non è democratica, cioè non può rispettare, per le stesse regole che essa si è data, il volere del popolo. Accuso coloro che si dichiarano europeisti di essere i più grandi antidemocratici della storia, poiché si tratta di un caso più unico che raro di Istituzione apparentemente comune nel quale mancano, per atto fondativo, le più elementari funzioni di un Parlamento e tutta la gestione è demandata alla Commissione, che di fatto esercita il proprio potere assoluto in disprezzo e spregio della democratica volontà popolare.

Accuso coloro che vogliono proseguire con questa idea di Europa elitaria, bancaria, plutocratica e antidemocratica di non aver capito che il dominio del dollaro sul mondo è finito con il gold standard nel 1971 e che quello dell’euro è nato morto, mentre si affaccia all’orizzonte un potere in oriente che, accumulando riserve auree, si prepara a disegnare uno Yuan standard. Accuso tutti coloro che in occasione di questo anniversario continuano a parlare con parole vuote di aver ingannato noi che eravamo giovani e che credemmo in buona fede a quelle parole e i nuovi giovani che ancora ingenuamente sperano che le parole possano essere più importanti dei fatti.

Accuso il grande inganno di aver spacciato gli effetti con le cause, di aver raccontato alla gente di essere da tanti anni in una presunta “crisi” e non, come è invece, in un cambiamento pianificato e deliberato di sistema economico. Accuso gli ideatori di quel piano di aver volutamente spostato la ricchezza del mondo dalle mani dei molti alle mani dei pochi, usando una moneta come strumento di riallocazione violenta delle risorse, ridistribuendo, insieme alla ricchezza, la libertà. Accuso tutti coloro che usano la retorica per nascondere quei fatti indiscutibili, e cioè la nuova povertà, la distruzione della classe media e il disegno pianificato e deliberato di cambiamento di sistema economico.

Accuso l’Euro di essere lo strumento al servizio di ben precise politiche economiche in materia di controllo di inflazione, di deregolamentazione borsistica, di deregolamentazione valutaria, di scelte fiscali che colpiscono i redditi bassi e non i grandi patrimoni, di liberalizzazione delle frontiere per gli interessi del grande capitale. Accuso l’Euro di essere stato lo strumento di questo disegno di Europa per attuare, in ambito economico, i due fondamentali piani del liberismo in economia e della globalizzazione come strategia geopolitica, nel più alto obiettivo di un cambiamento sociale ai fini della iniqua e inesorabile concentrazione della ricchezza.

Accuso i politici, i religiosi, i giornalisti, gli opinionisti e gli intellettuali a vario titolo espressione di una classe dirigente che, in cambio del mantenimento del proprio status di privilegiati, soffocano il lamento del popolo vessato da tale piano di schiavitù con vuote accuse di egoismo, come se fosse egoista il naturale istinto di sopravvivenza degli oppressi.

Accuso tutti coloro che continuano a parlare di Europa unita di non tener in alcun conto il vero valore di un popolo, che da tempi millenari non risiede nel solo potere della moneta che lo rappresenta, ma nel combinato disposto del valore della moneta e del valore della morale. In conclusione, nel sessantesimo anniversario della sua nascita, io accuso questa Europa di non esistere, poiché non ha morale.

Valerio Malvezzi